Alcuni dubbi da chiarire sulle Big 4

Per revisori
Rispondi
MarcoT95
Matricola
Matricola
Messaggi: 3
Iscritto il: 03/08/2019, 19:26

Alcuni dubbi da chiarire sulle Big 4

Messaggio da MarcoT95 » 03/08/2019, 19:57

Buonasera, sono Marco, neolaureato con specialistica in Economia da un mese. Sto considerando l'idea di propormi per una Big 4 per il ruolo di assistente revisore (anche perché non ho ben chiara la figura del consulente). Non ho alcuna esperienza lavorativa (sono stati cinque anni di duro studio e ho reputato utile non prendere ulteriori impegni). Non credo comunque di volermi proporre da subito, in quanto avrei in realtà altre preferenze lavorative; in sostanza preferirei attendere ancora un po'.
Vorrei chiedere se qualcuno possa in qualche modo aiutarmi su alcuni mie dubbi:

1) A che condizioni si entra in una Big 4 da neolaureati? Stage o contratto di apprendistato fin da subito?

2) Qualora mi prendessero come stagista, anche in quel caso mi constringerebbero alla loro classica giornata di lavoro (ovvero 12 ore al giorno)? In sostanza, lavorare da pendolari (>70 km dalla sede più vicina; si tratta di sue province diverse) in una Big 4 si può considerare un suicidio programmato?

3) È vero che prendono solo neolaureati e non considerano chi si propone dopo che sono trascorsi 12 mesi dalla laurea?

4) Ci si deve candidare solo a posizioni aperte oppure conviene inviare cv a prescindere?

5) In ogni caso, qual è il miglior periodo per inviare il cv e avere un colloquio subito dopo?

6) Per un laureato in Economia indirizzo Finanza, secondo voi quale è la posizione più adeguata? In generale quali posizioni consigliate nel campo revisione?

7) Chi sa dirmi quali sono le capacità interpersonali che differenziano un buon revisore da un buon consulente?

Sono molte domande, lo so, ma se non provo a togliermi questi dubbi in qualche modo, poi non so cosa fare.

Un grazie in anticipo a chi troverà la forza di rispondere anche solo ad una di queste domande.
LanceVance
Matricola
Matricola
Messaggi: 14
Iscritto il: 17/12/2017, 0:48

Re: Alcuni dubbi da chiarire sulle Big 4

Messaggio da LanceVance » 06/08/2019, 11:58

MarcoT95 ha scritto:
03/08/2019, 19:57
Buonasera, sono Marco, neolaureato con specialistica in Economia da un mese. Sto considerando l'idea di propormi per una Big 4 per il ruolo di assistente revisore (anche perché non ho ben chiara la figura del consulente). Non ho alcuna esperienza lavorativa (sono stati cinque anni di duro studio e ho reputato utile non prendere ulteriori impegni). Non credo comunque di volermi proporre da subito, in quanto avrei in realtà altre preferenze lavorative; in sostanza preferirei attendere ancora un po'.
Vorrei chiedere se qualcuno possa in qualche modo aiutarmi su alcuni mie dubbi:

1) A che condizioni si entra in una Big 4 da neolaureati? Stage o contratto di apprendistato fin da subito?
Dipende dalla società. Ad esempio in PwC da neolaureato so che offrono uno stage di 6 mesi con poi la possibilità di avere un contratto di apprendistato di 2 anni. Invece in Deloitte so che già ai neolaureati offrono direttamente il contratto di apprendistato, mentre offrono lo stage a quelli che al momento dell'assunzione non hanno ancora terminato la Laurea Magistrale.

2) Qualora mi prendessero come stagista, anche in quel caso mi constringerebbero alla loro classica giornata di lavoro (ovvero 12 ore al giorno)? In sostanza, lavorare da pendolari (>70 km dalla sede più vicina; si tratta di sue province diverse) in una Big 4 si può considerare un suicidio programmato?
In teoria quel tipo di contratto ti dà una copertura assicurativa limitata, quindi se lavorando ti succedesse qualcosa oltre l'orario di lavoro oppure mentre stai lavorando fuori dalla sede, l'azienda sarebbe nei guai. In realtà ti confermo che anche gli stagisti sono caldamente invitati a fare la stessa vita degli assunti (specialmente se vogliono continuare in quella stessa società alla fine dello stage). Con un collega stagista ho anche fatto delle trasferte fuori dall'Unione Europea. Quindi sì, se è necessario si chiede anche agli stagisti di fare le trasferte che servono e di stare con il resto del team per le ore che il manager ritiene necessario. Se consideri lo stare in ufficio 12 ore al giorno un suicidio (opinione più che legittima), ti confermo anche sì, lavorare in una big4 è un suicidio. Poco importa se sei stagista o assunto, non cambia praticamente nulla (se non che essendo nuovo avrai piccole responsabilità).

3) È vero che prendono solo neolaureati e non considerano chi si propone dopo che sono trascorsi 12 mesi dalla laurea?
In generale è vero che per entrare in quei posti più sei giovane e meglio è, però questo mi sembra esagerato. Sicuramente se dopo la laurea sei stato un anno senza fare nulla e poi ti proponi, avrai meno possibilità di chi si è appena laureato, però finchè sono 12 mesi non è impossibile essere preso (secondo me).

4) Ci si deve candidare solo a posizioni aperte oppure conviene inviare cv a prescindere?
Quelle società di posizioni aperte ne hanno costantemente (guarda su LinkedIn).

5) In ogni caso, qual è il miglior periodo per inviare il cv e avere un colloquio subito dopo?
Non ci sono periodi migliori di altri, dipende dalle esigenze progettuali e di posizioni aperte ce ne sono sempre. Forse è più frequente essere preso dopo l'estate che nei mesi prima delle ferie di agosto.

6) Per un laureato in Economia indirizzo Finanza, secondo voi quale è la posizione più adeguata? In generale quali posizioni consigliate nel campo revisione?
Direi posizioni da Junior Auditor, magari specificando durante i colloqui che data la propria preparazione si preferirebbe seguire clienti del settore finanziario.

7) Chi sa dirmi quali sono le capacità interpersonali che differenziano un buon revisore da un buon consulente?
Su questo almeno per me è un po' complicato rispondere. Penso che in generale le capacità interpersonali che uno debba avere in queste società sono sempre le stesse. Deve essere bravo a creare relazioni col cliente e mostrarsi sempre sicuro e affidabile anche quando in realtà non sta capendo niente.

Sono molte domande, lo so, ma se non provo a togliermi questi dubbi in qualche modo, poi non so cosa fare.

Un grazie in anticipo a chi troverà la forza di rispondere anche solo ad una di queste domande.
MarcoT95
Matricola
Matricola
Messaggi: 3
Iscritto il: 03/08/2019, 19:26

Re: Alcuni dubbi da chiarire sulle Big 4

Messaggio da MarcoT95 » 07/08/2019, 15:35

LanceVance, grazie mille per aver risposto in maniera molto chiara a tutte le mie domande!
Per quanto riguarda la questione del lavorare nelle Big 4 come un suicidio, in realtà mi riferivo solamente al doverlo fare da pendolare (il che dipenderebbe dal contratto e quindi dalle condizioni economiche offerte). Non ho quindi nulla contro di te o chiunque lavori in una di queste realtà per 12 ore al giorno, ci tengo a chiarirlo.
MarcoT95
Matricola
Matricola
Messaggi: 3
Iscritto il: 03/08/2019, 19:26

Re: Alcuni dubbi da chiarire sulle Big 4

Messaggio da MarcoT95 » 07/08/2019, 21:11

Scusatemi ma ho assolutamente bisogno di fare alcune altre domande.

1) Dunque: quanto tempo dopo l'invio del cv queste aziende rispondono di solito? E se non dovessero farlo (esito negativo, suppongo), dopo quanto tempo posso considerarmi scartato? Volevo chiedere questa cosa perché vorrei mandare il cv ad una di queste 4 aziende alla volta, e quindi non propormi a tutte e 4 nello stesso momento per evitare la (forse remota) possibilità che più di esse possano chiamarmi contemporaneamente per il colloquio e trovarmi quindi a dovere scegliere tra di esse (perdendo, credo, la possibilità di lavorare con le altre in futuro e ritrovarmi con nulla in mano qualora alla fine non dovessi superare tutte le fasi di selezione in quella che scelgo).

2) Seconda domanda: farei bene a candidarmi a più posizioni contemporaneamente presso la stessa società sperando di essere preso almeno per una oppure ciò non è visto di buon occhio e rischio di farmi del male da solo?

3) Terza e ultima domanda: cosa chiedono in genere ad un colloquio tecnico? O meglio, che cosa consigliate di studiarmi prima di presentarmi ad un colloquio? Tenete conto che io conosco solo i principi contabili internazionali più importanti legati agli intermediari finanziari e un po' le caratteristiche dei bilanci di questi ultimi (tutte cose che comunque dovrei rivedermi), avendo fatto un corso di laurea parecchio distante dalla revisione e più legato alla finanza.


Come mi consigliate di procedere, da questo punto di vista? (Inizierò tra qualche mese, visto che ad oggi vorrei provare a vedere quali sono per me le possibilità di lavorare in altri ambiti che preferisco).
Rispondi